martedì 6 dicembre 2011

Novena a Nostra Signora del Sacro Cuore

Riportiamo qui sotto la preghiera che recitiamo ogni anno con devozione
nella novena a Nostra Signora del Sacro Cuore (7-15 dicembre):

1° - E fino a quando, o Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù, ci lascerai gemere in questa valle di lacrime? E fino a quando ci rigetterai dalla tua faccia e dal materno tuo cuore? Permetterai dunque che si perda un’anima che tanto brama l’onor tuo e del tuo Divin Figliolo? Ah! no! non credo e non posso credere che avvenga, poiché Tu sei quell'amabile e potente Avvocata che può aprire il Cuore Santissimo di Gesù. Ah! Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù, volgi dunque uno sguardo benigno e pietoso sopra di noi, vedendoci spogli di ogni umano conforto; muoviti a compassione della povera anima nostra, assistici e confortaci in tante angustie, portaci al Cuore dolcissimo di Gesù e ricordagli che, in virtù delle Sue pene e dei tuoi dolori, si degni concederci una perfetta rassegnazione alla Sua Divina Volontà; ricordagli che siamo tuoi figli ed Egli avrà di noi pietà; presentagli, o cara Madre, il nostro cuore tanto angustiato, offrigli tutto noi stessi e Gesù accetterà l’offerta fattagli da una Madre a cui nulla può negare.

- Tre Ave Maria.

2° - O Maria, che sei stata scelta da Dio a formare nel tuo casto seno e della tua più pura sostanza il Cuore adorabile di Gesù, conducici Tu stessa a questo Cuore sacrosanto, presso il quale hai sì gran potere ricevuto. Apri al mondo i tesori inesauribili d’amore e di misericordia in Esso racchiusi, e fa che a quella sorgente di grazia noi attingiamo la forza per combattere e vincere il mondo con i suoi bugiardi piaceri, la carne colle sue false lusinghe, il demonio colle sue perfide astuzie; fa che noi attingiamo la pazienza nelle avversità, la rassegnazione nelle tribolazioni, l’uniformità ai Divini voleri, la diligenza nell’adempimento dei nostri doveri, l’aborrimento di qualunque colpa, il fervore nel servizio di Dio; fa ancora che noi attingiamo a quella sorgente la conversione, la perseveranza, la salvezza dell’anima nostra.

- Tre Ave Maria.

3° - O Maria, a Te ricorriamo come a nostro rifugio e sicuro asilo; non volere, o Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù, rigettare l’umile preghiera che ti innalziamo nelle nostre necessità; ma prima ottienici piena remissione dei nostri peccati, perfetta mortificazione delle nostre disordinate passioni e, nello stesso tempo, imprimici vera umiltà, carità, purezza e perfetta unione con il Cuore Divino del tuo Gesù, sicché noi siamo tali quali Egli desidera e vuole.
E per di più, o buona Madre, ottienici da quel Divin Cuore che Tu sola hai la singolare fortuna di tenere in mano, la grazia che di tutto cuore noi ti domandiamo e ti supplichiamo ...
E finalmente, fa che noi possiamo un giorno venire con Te, o Nostra Signora, a bearci e consumarci in quell’incendio d'infinito amore nella gloria del Santo Paradiso. Amen.

- Tre Ave Maria.

PREGHIERA

Ricordati, o Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù, del potere senza limiti che il tuo Divin Figliolo ti ha dato sopra il suo Cuore adorabile.
Pieni di fiducia nei tuoi meriti, noi veniamo ad implorare la tua protezione.
O Sovrana Signora del Cuore di Gesù, di quel cuore che è la sorgente inesauribile di tutte le grazie, e che Tu puoi aprire a tuo piacere, per farne discendere sopra gli uomini tutti i tesori d’amore e di misericordia, di luce e di salvezza che Esso racchiude in se, concedici, te ne scongiuriamo, il favore che ardentemente Ti domandiamo ...
No, noi non possiamo ricevere da te alcun rifiuto, e poiché Tu sei la nostra Madre, o Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù, accogli benignamente le nostre preghiere e degnati di esaudirle. Amen.
Indulgenza di 100 giorni (Pio IX, 15 giugno 1870).