Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2012

Benvenuto, Tommaso!

Immagine
Stanno suonando le campane a festa dal nostro "campanile"... Come mai? Perché è nato  TOMMASO , terzogenito di Giacomo Genini e Pesenti Evelyn. Un abbraccio da tutta la Comunità di Laxolo!

Tutti al primo Consiglio Pastorale!

Immagine
Convocazione del Consiglio Pastorale Parrocchiale Carissimo/a, con la presente, voglio invitarti al primo incontro del nostro appena nato Consiglio Pastorale, in qualità di membro rappresentante ufficiale. L’appuntamento è programmato per  Giovedì 3 maggio 2012 alle ore 20.30 presso la Sala grande dell’Oratorio Vecchio Contestualmente ti invito a prendere visione dell’ Ordine del giorno qui sotto riportato e illustrato, così da poter per tempo fare una tua riflessione personale, ma soprattutto interpellare e raccogliere i pareri della categoria sociale/parrocchiale per la quale sei stato/a eletto. Solo così il nostro confronto sarà fruttuoso e il più possibile rappresentativo di tante voci e opinioni diverse. La discussione si articolerà attorno a questi punti: 1.    Scelta di un Segretario e di un Moderatore Sono due figure (da scegliere tra i membri del C.P.P.) necessarie al buon andamento delle riunioni del Consiglio Pastorale (il Segretario è neces

A scuola di... Bibbia!

Immagine
Parrocchia di San Gottardo Vescovo in Laxolo Catechesi agli Adulti 2011-2012 Approfondimenti sulla Sacra Scrittura e suggerimenti per l’utilizzo della Bibbia nella catechesi e nell’educazione dei figli ore 20.30 nella sala grande dell’Oratorio Vecchio l’invito è rivolto in particolare ai catechisti e ai genitori con figli in età scolare venerdì 20 aprile 1.    Ma la Bibbia chi l’ha scritta? Parola di Dio, parole dell’uomo. Ispirazione e “storicità” della Sacra Scrittura. venerdì 27 aprile 2.    Dio disse al suo popolo: “Facciamo un patto!” Alleanza e Legge. Dono di Dio e libertà dell’uomo. venerdì 11 maggio 3.    “Ascolta, Israele”: un popolo dalla testa dura Profezia e Sapienza. Richiamo alla verità di Dio e alla verità dell’uomo. venerdì 25 maggio 4.    “Ci mancava solo Gesù Cristo!” Gesù Cristo: una novità pretenziosa. Giudaismo e prima comunità cristiana. Nuova e Antica Alleanza. Unità dei Testamenti.

Benvenuta, Matilde!

Immagine
Stanno suonando le campane a festa dal nostro "campanile"... Come mai? Perché è nata  MATILDE , secondogenita di Marco Gervasoni e Pesenti Caterina. Un abbraccio da tutta la Comunità di Laxolo!
Immagine
Domani, 15 aprile, con tutta la Chiesa, siamo invitati a vivere con intensità la Festa della Divina Misericordia . E' un'occasione imperdibile per raccogliere dalle mani generose del Signore la grazia del Suo perdono, del Suo Amore, della Sua infinita misericordia. A questa festa è annessa la possibilità di ottenere l' indulgenza plenaria . La Domenica della Divina Misericordia è stata istituita dal Servo di Dio il Papa Giovanni Paolo II il 30 Aprile del 2000 durante le Solenne Celebrazione Eucaristica in occasione della Canonizzazione della Beata Suor Maria Faustina Kowalska. Successivamente la Congregazione per il Culto Divino e la disciplina dei Sacramenti ha emanato il Decreto di istituzione il 5 Maggio 2000 che qui riportiamo. CONGREGAZIONE PER IL CULTO DIVINO E LA DISCIPLINA DEI SACRAMENTI DECRETO Pietà e tenerezza è il Signore (Sal 111, 4), il quale per il grande amore con il quale ci ha amati (Ef 2,4), ci ha donato con indicibile bontà il suo unico

Santa Eurosia

Immagine
Eurosia era la figlia di Moyslav, duca di Boemia. Nacque nell’864 e le fu dato il nome di Dobroslava ( dob = buona, ros = rugiada, slava = slava), il cui equivalente greco è Eurosia. Rimasta orfana di entrambi i genitori in tenera età, venne accolta dal nuovo duca Boriboy e dalla sua giovane moglie Ludmilla che la trattarono come una vera figlia e si prodigarono per il diffondersi della religione cristiana in tutta quella regione, così anche Dobroslava venne battezzata ed assunse il nome greco di Eurosia. Furono anni di pace e di fede e la giovane Eurosia si distinse per bontà ed altruismo. Ma un gruppo di cechi-boeri pagani presero il potere e costrinsero la famiglia ducale all’esilio. Questo durò ben poco, perché grazie soprattutto all’opera del grande San Metodio, il duca e la sua famiglia poterono tornare trionfalmente in Boemia. Nell’anno 880, San Metodio si recò a Roma da Papa Giovanni VIII, che era impegnato nel difficile caso di trovare una degna sposa per il figlio del cont

Pasqua in crisi

Immagine
Viviamo in un tempo di crisi. Economica, politica, storica, sociale, spirituale… Ma la crisi non è sempre qualcosa di negativo. Spesso è un momento per capire meglio ciò che invece sembra scontato nell’indifferenza della quotidianità. La parola “crisi” deriva dal verbo greco krinèin , che significa separare, distinguere, giudicare, dis-cernere, de-cidere, tagliare, rompere… La crisi è un taglio profondo nella vita, ma se assimilato bene può portare più ordine . Anche la Pasqua, per i cristiani, dev’essere un momento di crisi , di passaggio (in ebraico pasqua significa proprio “passaggio”), di forte cambiamento, di discernimento spirituale su tutti i fronti. A prima vista sembra che la Pasqua non abbia niente a che vedere con la crisi. Invece questa festa nacque proprio dalla più antica delle crisi: quella del ciclo annuale della vita della natura. La lotta per sopravvivere fa parte della dinamica della vita, e il momento più critico è quando la vita perde la sua forza e ris

Aria di CRE

Immagine
Inizia ufficialmente la preparazione per gli animatori del CRE di quest'estate. Chi non si è iscritto e non sarà presente da questo primo incontro e a tutti i successivi (di cui decideremo insieme le date al termine del primo incontro) NON avrà la possibilità di vivere l'esperienza del CRE come animatore. Animatori non ci si improvvisa! Il CRE è un'avventura bellissima ma solo ce si dà tutto il meglio di sé! L'appuntamento per il PRIMO incontro di formazione per animatori è mercoledì 11 aprile alle 20.30 presso l'Oratorio di Brembilla.

Verbale del CPV del 28/3/2012

Riportiamo il verbale della seconda seduta del Consiglio Pastorale Vicariale 2012-2017 Mercoledì 28 marzo 2012 alle ore 20.30 il rinnovato Consiglio Pastorale Vicariale si è riunito per la seconda volta (penultima di quest’anno pastorale che sta volgendo al termine) presso la consueta sede dell’oratorio di Zogno. Dopo la preghiera iniziale, il vicario locale don Cesare Micheletti ha introdotto il primo (e principale) punto all’ordine del giorno, ovvero: il confronto, sollecitato dal Vescovo, e la raccolta di riflessioni intorno all’eventuale formazione di una o più Unità Pastorali sul territorio del nostro vicariato. Al fine di illustrare le modalità concrete e la tempistica caratteristica di questa nuova (se non altro relativamente nuova) forma di condivisione pastorale, don Cesare ha illustrato, previa lettura di un documento di sintesi redatto da Mons. Lauro Tisi, il modello (obiettivi, costituzione e compiti delle Unità Pastorali) seguito nella diocesi di Trento. Successivame

Campane a festa? che succede?

Immagine
Stanno suonando le campane a festa dal nostro "campanile"... Come mai? Perché è nato SAMUEL , secondogenito di Alberto Pesenti e Jocelyn. Mamma e bimbo stanno bene. Un abbraccio a tutta la Comunità da Alberto, Josy, Paolo e... il piccolo Samuel! Vi sembra un'idea strana? Boh, forse inusuale... ma come suoniamo l'agonia quando un nostro fratello viene chiamato a sé dal Signore (per invitare tutti a fare una preghiera di suffragio), è bello anche richiamare l'attenzione di tutti a condividere la gioia di una nascita, no?

Dio è nato per morire

Immagine
S ei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Lazzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. E qui fecero per lui una cena: Marta serviva e Lazzaro era uno dei commensali. Maria allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo. Allora Giuda Iscariota, uno dei suoi discepoli, che stava per tradirlo, disse:« Perché non si è venduto questo profumo per trecento denari e non si sono dati ai poveri?» …Il giorno seguente, la grande folla che era venuta per la festa, udito che Gesù veniva a Gerusalemme, prese dei rami di palme e uscì incontro a lui gridando: «Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore, il re d’Israele!». Gesù, trovato un asinello, vi montò sopra, come sta scritto: “Non temere, figlia di Sion! Ecco, il tuo re viene, seduto su un puledro d’asina”. I suoi discepoli sul momento non compresero queste cose; m